Revista de l'Alguer, Vol. 1, Núm. 1 (1990)

Dues concepcions de l'art: exemple del teatre nord-català

Pere Verdaguer

Resum


Il testo pone l'accento sulla contrapposizione tra cultura d'élite e cultura popolare, con particolare riferimento al pubblico rossiglionese (Catalogna del Nord) che vive una sorta di pregiudizio e di chiusura verso un teatro tanto recitato in francese quanto nel catalano di Barcellona. Sale piene per cornmedie rossiglionesi, vuote o quasi per commedie rappresentate da compagnie teatrali parigine o barcellonesi. L'autore si pone a questo punto la domanda sulla funzione e finalità dell'arte. Ha per obiettivo di creare un certo numero di opere destinate a caratterizzare i diversi momenti della storia dell'umanita e a giustificarli? La sua funzione e di creare tesori per alcunl privilegiati? o al contrario si tratta di una attivita naturale nell'uomo per passare dalla natura anlmale alla conoscenza? Cio implica che l'arte e un mezlO come un fme; essa e un ruritto di tutti gli esseri umani nella stessa misura in cui tutti gli esseri umanl hanno diritto alla conoscenza scientifica. Le reazioni di autodifesa del pubblico rossiglionese contro il teatro francese da una parte e contro iI teatro di Barcellona dall'altra, traducono un istinto di conservazione ben sano, anche se un tantino semplicistico. Rispondono all'incomprensione per l'incomprensione, al rifiuto per il rifiuto.

Text complet: PDF